• Nessun prodotto nel carrello.

Come si usa l’olio di noce?

Come si usa l’olio di noce? oggi cercheremo di dare  una risposta a questa domanda.

 

Partiamo dalla storia: oggi l’olio di noce sembra una novità ma in realtà,  era il condimento più usato nell’antichità. Si trovano tracce  dell’olio di noce già all’epoca di Apicio, che ne parla nel suo “De re coquinaria”. Si crede che il motivo del suo largo uso e consumo fosse la sua economicità, la facilità di reperimento e realizzazione “in casa” di questo prodotto.

Il Noce era un albero molto comune nella campagne: dava sostentamento alla famiglia con i suoi frutti energetici e facilmente conservabili per molti mesi.

L’olio d’oliva, invece, era molto più pregiato e costoso e per questo alla portata di pochi.

L’olio di noce si usava per svariati impieghi: come condimento, come unguento curativo, come olio per le lampade e addirittura nei colori degli impressionisti come Paul Cézanne. In tempi recenti l’olio di noci scomparve con l’arrivo di prodotti più immediati, stabili  ed economici, come il burro. Solo negli ultimi anni è ricomparso grazie ai suoi numerosi benefici che lo rendono una vera coccola per il nostro organismo.

Andiamo, allora alla scoperta di questi benefici che l’olio di noce riesce a concentrare e mantenere intatti.

L’olio di noce  è un prodotto naturale che si ottiene pressando a freddo i gherigli delle noci. Questo processo “a freddo ” permette di mantenere intatti tutta una serie di elementi quali le vitamine, che con dei trattamenti termici andrebbero denaturate, quindi perse.

Noi consigliamo l’uso dell’olio di noce come condimento a crudo, per insaporire verdure, vellutate, pesce o con un po’ di limone per creare una deliziosa vinaigrette. La dose consigliata è di un cucchiaino a porzione. In questo modo potrete godere, senza esagerare con le calorie, di numerosi benefici.

Questo prodotto, infatti, è letteralmente un concentrato di Omega 6 ed Omega 3 che proteggono il sistema cardiovascolare e aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo “cattivo”.  Contengono poi la Vitamina E importante per il mantenimento delle ossa, preziosissima per le donne in gravidanza o che stanno programmando il concepimento.

Una volta aperto, vi consigliamo di consumare l’olio di noci entro 30 giorni oppure di conservarlo in frigorifero. Eventuali depositi sono un segnale di naturalità del prodotto che non ne pregiudicano la qualità.

 

 

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *