La pinza e l’epifania, un dolce e una festa da raccontare

Ogni anno puntuale lei arriva, con le scarpe tutte rotte, i vestiti rovinati e sporchi, un naso adunco, i capelli spettinati…è si, è la befana!

Qui in Veneto ed in Friuli Venezia Giulia, se passate la notte dell’Epifania, vedrete molta gente radunata attorno a dei  falò accesi per scacciare i brutti propositi e gli spiriti maligni per l’anno appena cominciato. In base alla zona questo falò ha il suo nome: Pan e Vin, foghera, casera… ma ovunque voi andiate troverete sempre  un bel pentolone di Vin Brulè bello caldo e una fetta di Pinza.

La pinza infatti, è un dolce tipico di questo periodo dell’anno e tra gli spettatori dei falò ci sono  ancora degli anziani che si commuovono raccontando  la preparazione di questo dolce.

Già alla mattina preso tutta la famiglia si riuniva in cucina dai più piccoli ai nonni, per fare il ricco impasto con pane raffermo, latte, noci, fichi secchi, uva passa, semi di finocchio… Una volta terminato l’impasto, bisognava farlo riposare per poi aiutare le donne di casa a trasportarlo dal panettiere che, col suo capiente forno, la cuoceva per bene. Non tutti, fino a qualche decennio fa, avevano il forno in casa ma ogni famiglia aveva un fornaio di fiducia o dei vicini che gli offrivano la possibilità di usufruire di questi forni per la la cottura della pinza. Tra un bicchierino di Vin Brulè, due chicchere e una partita a briscola, il dolce era pronto.

 

Noi oggi vogliamo riproporvi la nostra ricetta così da continuare la tradizione.

LA RICETTA DELLA PINZA

Ingredienti

400 gr farina di polenta gialla
·600 gr farina 00
100 gr burro
·1,6 litri latte bollente
150 gr zucchero
1 bustina di lievito
250 gr gherigli di noce
200 gr uva sultanina bagnata con del marsala
100 gr di fichi secchi morbidi a tocchetti
100 gr di pinoli
2 mele

semi di finocchio
buccia di limone o arancia  grattugiata
·2 uova
30 g. burro
sale quanto basta
1 litro latte a temperatura ambiente

 

Preparazione

Mescolare bene le due farine, lo zucchero e la bustina di lievito.

Sciogliere nel latte bollente  il burro. Aggiungere il composto a poco a poco sulle farine e mescolare  senza fare grumi.  Aggiungere tutti gli altri ingredienti, mescolare e fare riposare un’ora.

Ungere una pirofila o uno stampo da forno. Riempire con l’impasto, ricoprire con fettine sottili di mela e cospargere il tutto con dello zucchero.

Mettere in forno preriscaldato a 180°C per 1 ora.

 

 

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi