Tenuta la Spiga non è solo noci!

Tenuta la Spiga negli ultimi decenni ha avuto successo e notorietà per la coltivazione di Noci della varietà Lara e Chandler, ma in azienda ci sono anche  altre coltivazioni, e oggi ne scopriremo una: le nocciole

Incastonati tra giovani Chandler e maestose Lara, si trovano due ettari di nocciole messe a dimora nei primi anni del 2000.  Queste piante, in natura, si trovano nel sottobosco delle foreste di aghifoglie e latifoglie, hanno un fusto ramificato e un aspetto cespuglioso.

I due ettari a Tenuta la Spiga creano un’oasi d’ombra per lepri e fagiani e sono un’attrazione per gli scoiattoli.  Camminando fra i noccioli, infatti, non è raro avvistare qualche scoiattolo saltare da un ramo all’altro per catturare le nocciole di cui va molto ghiotto!

La storia del Nocciolo è fortemente legata alla vita contadina e alla medicina: il simbolo di Esculapio, il patrono della medicina, è proprio un ramo di nocciolo con due serpenti.  In passato questo albero era un po’ come il maiale per le famiglie contadine del Novecento: si usava ogni sua parte senza sprecare nulla. Oltre che per l’alimentazione e il sostentamento derivato dalle nocciole, la corteccia serviva per impacchi, decotti o carbonella. Le foglie, i frutti e i fiori erano rimedi naturali per l’intestino, integratori energizzanti e venivano usati persino contro la calvizia!

coccinella su foglia di Nocciolo a Tenuta La Spiga

Questo albero era già conosciuto e utilizzato sia dai Greci che dai Romani e addirittura dai Celti. Nella tradizione celtica si narra che le bacchette magiche fossero realizzate con questo legno e che il Nocciolo fosse un covo perfetto per fate, maghi e stregoni.

L’Italia è il primo produttore europeo di nocciole e secondo al mondo, dopo la Turchia. Nel Bel paese la corilicoltura si concentra soprattutto in Piemonte, Lazio, Sicilia e Campania. In queste regioni le nocciole hanno contaminato la gastronomia con ricette imperdibili come la torta piemontese con le nocciole senza farina, i brutti ma buoni, il torrone dei morti, i tozzetti…tutte delizie da assaggiare almeno una volta!

Leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi